Transiberiana

Nei primi giorni del tour abbiamo visitato tre grandi città della Siberia sudorientale. Queste città ci sono sembrate non molto diverse da una qualunque città europea, ma qui erano evidenti ordine e pulizia, cosa poco consueta nelle nostre strade, con un edificato costituito da edifici moderni e quartieri con le tradizionali case in legno. Interessanti sono stati gli spostamenti effettuati in pullman ma soprattutto  in treno, attraversando distese infinite di boschi di betulle e larici, ma anche vaste distese di prati verdi e fioriti che emanavano profumi inebrianti. Alla fine siamo arrivati al maestoso blu lago Bajkal, che è stata la perla di tutto il nostro viaggio, con la bella isola Olkhon, considerata sacra dagli sciamani. La lunga traversata in motonave ci ha fatto poi comprendere la grande ampiezza di questo lago, che dai siberiani viene chiamato mare. La piacevolezza di questo viaggio è dovuta anche alla bravura delle varie guide e di Palina, la nostra accompagnatrice siberiana, che ci hanno fatto apprezzare gli aspetti più interessanti e le bellezze della loro terra. Un complimento a Barbara che, come sempre, ha saputo organizzare un viaggio che in pochi giorni ci ha permesso di scoprire i  tanti diversi aspetti ambientali della ampia regione da noi visitata, luoghi a noi sconosciuti o solo immaginati sulla base di descrizioni raccontate in tanti  libri.

Franco e Marisa - Agosto 2019